giovedì 15 aprile 2010

Interviste realizzate a Cartoomics 2010

Riceviamo e pubblichiamo:

Cari amici,
eccovi i link delle nostre interviste realizzate a Cartoomics.

Luigi Mignacco:

Davide Caci e Surroz:

Baboni:

Layman e Guillory:

Federico Memola:
La Redazione di Booksweb.tv

Su il Giornalino di questa settimana, il nuovo fumetto "CIBYRUS" di Toni Pagot e Nicola Genzianella

Riceviamo e pubblichiamo:

questa settimana, in edicola su il Giornalino

l'inedito "CIBYRUS"
di Toni Pagot e Nicola Genzianella

8 episodi per un romanzo a fumetti firmato da Toni Pagot per i disegni di Nicola Genzianella

Un omaggio a Toni Pagot, autore di punta per oltre vent'anni sulle pagine de il Giornalino, il settimanale per ragazzi dei Periodici San Paolo che pubblica, a partire da questa settimana, l'inedito "Cibyrus". Otto episodi - realizzati nei disegni da Nicola Genzianella - raccontano le avventure nello spazio di quattro astronauti in missione su Cibyrus, un pianeta dalle caratteristiche simili alla Terra. Una storia di fantascienza, dunque, avvincente e positiva e, soprattutto, ricca di spunti di riflessione di cui spesso la creatività di Pagot si fece portatrice.

Le vicende hanno inizio quando l'Agenzia Spaziale Europea affida a quattro astronauti di diversa nazionalità la missione sul pianeta Cibyrus. Ma a bordo dell'astronave Nibbio, orgoglio tecnologico di ultima generazione, non tutto andrà come previsto: un meteorite danneggerà l'abitacolo causando un'avaria che interrompe i contatti con la base orbitante e costringe l'equipaggio ad atterrare sul pianeta.

I quattro si troveranno isolati, per misurarsi con la propria esperienza, facendo leva sulla conoscenza non solo in materia aerospaziale, ma anche sulle risorse di cui ciascuno di loro dispone, caratteristiche provenienti, perlopiù, dalla cultura a cui appartengono. La creatività e la simpatia del pilota italiano Alfieri, l'inventiva del francese Duverney, la razionalità della tedesca Braunthal e il sangue freddo dell'inglese Spofford saranno utili per trovare, in uno spirito di collaborazione e solidarietà, la soluzione che li salverà dalla sciagura.

"È con piacere che dai capienti archivi de il Giornalino estraiamo questo prezioso gioiello inedito", dichiara p. Stefano Gorla, direttore responsabile del settimanale: “un “romanzo di fantascienza umoristica”, secondo la definizione del suo autore, dove si coniugano fumetto, fantasia e un pizzico di poesia. E' l'ultima opera firmata da Toni, prima di lasciarci nel 2001".

Toni Pagot (1921-2001). Nato a Milano, disegnatore e sceneggiatore con una lunga esperienza nel mondo del film d’animazione, esordisce sulle pagine de Il Giornalino con il personaggio Micromino. Come sceneggiatore scrive la serie Sherlock Holmes, di derivazione televisiva, riscrive alcuni classici della letteratura per ragazzi e scrive molte avventure dei personaggi di Hanna e Barbera. Suoi anche il classico Il vento tra i salici e Pattini d'argento e l’avventura Sperduti nel sogno. Di Pagot e Toppi anche la biografia a fumetti di Giovanni Paolo II tradotto in diverse lingue e diffuso in tutto il mondo.

Tra i suoi successi nell'animazione pubblicitaria: il pulcino Calimero e il draghetto Grisù.

Nicola Genzianella, nato a Milano nel 1967, si è diplomato alla scuola del fumetto nel 1989. Ha collaborato per De Agostini (1995) con un episodio della “Storia dell’Umanità a fumetti”. Per Xenia Editrice ha realizzato due libri della serie “Capolavori del Mistero” e collabora con Sergio Bonelli Editore come disegnatore in forza a "Dampyr". Per il Giornalino ha realizzato i disegni della biografia a fumetti di San Valentino e Jobhel, l'avventura dei Giubilei nella storia.


MITCHELL HUNDRED: DA "GRANDE MACCHINA" A SINDACO DI NEW YORK

Riceviamo e pubblichiamo:

Ex Machina (v.01): 100 di questi strani giorni


Quando uno strano incidente conferisce a Mitchell Hundred lo stupefacente potere di dialogare con le macchine, il giovane ingegnere diventa il supereroe più famoso e “patriottico” d'America avendo salvato dalla distruzione una delle Twin Towers durante l’11 settembre. Conscio però del fatto che combattere il crimine nei panni della “Grande Macchina” non aiuta a risolvere i problemi della città di New York, decide di abbandonare la carriera di vigilante e si candida come sindaco della Grande Mela e, dietro la scrivania di primo cittadino, la sua avventura può davvero cominciare.

Fantascienza, avventura, dramma, ironia, politica e thriller si fondono nella più riuscita fatica di Brian K. Vaughan (Y l’ultimo uomo, L’orgoglio di Baghdad) e Tony Harris (Starman).

Primo volume di uno dei più grandi successi WildStorm, è magnificamente scritto da Brian K. Vaughan e vincitore nel 2005 di un Eisner Award come Miglior Serie Nuova.

BRIAN K. VAUGHAN
Nato a Cleveland, in Ohio, comincia a scrivere quando ancora frequenta le lezioni di cinema alla New York University. Si è cimentato con racconti, sceneggiature teatrali e cinematografiche, ma la sua passione è sempre stata il fumetto. Vanta collaborazioni con le due principali case editrici di comics americane, la Marvel e la DC Comics. Con Pia Guerra realizza Y, L’Ultimo Uomo, il maggior successo VERTIGO dai tempi di Preacher. Nel 2004 per la WildStorm, dà vita a Ex Machina e scrive per la linea ABC una storia di Tom Strong. Sempre per la VERTIGO ha scritto Pride: The Lions Of Baghdad, un volume autoconclusivo ispirato alla storia vera della fuga di alcuni animali dallo zoo iracheno durante un bombardamento. Ha vinto diversi Eisner Award e si è imposto all’attenzione del pubblico generalista come sceneggiatore della serie tv di culto, LOST.



Autori Brian K. Vaughan, Tony Harris

Formato 17x26, Bross., Col.

Pagine 144

Euro 12,50

Mostra di fumetti sui furti d'arte

Riceviamo e pubblichiamo:

STORIE D’ARTE E di MISFATTI
Sei indagini sull'archeomafia raccontate a fumetti

sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Dalla collaborazione tra Legambiente, Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale,
l'Istituto Nazionale per la Grafica e sette autori di fumetti
nasce una mostra che racconta il lucroso business dei furti d’arte in Italia


Sei preziosi reperti recuperati, sei indagini condotte dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, sei storie a fumetti realizzate da prestigiosi autori italiani.

Sarà un evento speciale quello dell’inedita mostra che il 21 aprile sarà inaugurata a Roma, nella Calcografia a Fontana di Trevi, sede dell’Istituto Nazionale per la Grafica, e che vedrà per la prima volta il fumetto nel tempio della grafica italiana.
Da un’idea di Legambiente, che da anni si occupa di monitorare, con il contributo delle Forze dell’Ordine, il traffico illecito di opere d’arte, nasce questo progetto mirato alla sensibilizzazione e informazione sul fenomeno delle Archeomafie, attraverso la promozione della Nona Arte, ovvero il Fumetto.

Prendendo spunto da sei Storie d’arte e di misfatti, ovvero sei indagini, relative a recuperi d’opere d’arte, compiute dai Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, sono stati realizzati altrettanti racconti a fumetti, sceneggiati da Silvano Mezzavilla e disegnati da Giancarlo Alessandrini, Sara Colaone, Marco Corona, Giuseppe Palumbo, Maurizio Ribichini, Fabio Visintin.

Nella Mostra, a cura di Paolo Barcucci con allestimenti di Cinzia Leone, l’arte del fumetto verrà affiancata alle arti tradizionali, rappresentate dalle sei opere recuperate dai Carabinieri, ovvero un reperto votivo d’era precristiana, un mosaico catacombale, un volume bodoniano, dipinti autentici e falsi d’autore.
I racconti che compongono Storie d’arte e di misfatti sono: L’Offerta (disegni di Sara Colaone), in cui un piccolo vaso, creato da un bimbo migliaia di anni fa, viene salvato dalla distruzione; Fiori finti (disegni di Maurizio Ribichini) ambientato a Porta Portese, tra oggetti di vero antiquariato e falsi dipinti di Giacomo Balla; Ex libris (disegni di Fabio Visintin), con protagonista un bibliofilo che alimenta il vizio del gioco rubando libri antichi; Reperti (disegni di Giancarlo Alessandrini) in cui è descritto il recupero di un mosaico romano del IV – III secolo; Colori nel buio (disegni di Marco Corona) che narra di un infermiere di un nosocomio romano, abile nel realizzare falsi di Mario Schifano; Una Sacra Famiglia (disegni di Giuseppe Palumbo) dove dipinti di anonimi pittori vengono attribuiti a grandi Maestri del passato, da critici d’arte collusi con la malavita, in modo di aumentarne immensamente il valore.
Archeomafia è la parola coniata da Legambiente all’inizio degli anni ’90 per definire l’attività illegale della criminalità organizzata nell’ambito dei beni culturali. Nel solo 2009 i furti d’arte in Italia sono stati 882 per 13.224 oggetti trafugati. 1.264 sono state le persone indagate di cui 44 quelle arrestate. Grazie all’attività del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, sono stati recuperati 55.584 reperti archeologici, provenienti da scavi clandestini, e 19.043 oggetti d’arte rubati.

Il libro pubblicato per l’occasione per i tipi di Francesco Coniglio Editore è a cura di Paolo Barcucci con testi di Silvano Mezzavilla, Paolo Barcucci e Alessandro Ruggieri.

Ufficio stampa Legambiente: Milena Dominici 06.86268376/53/99 m.dominici@legambiente.it
Serena Di Natali 347.4166793 s.dinatali@legambiente.it
Ufficio stampa ING: Marcella Ghio 06 69980238- 3356821996 mghio@beniculturali.it

Informazioni utili:

Sede: Roma – Istituto nazionale per la Grafica – Calcografia Via della Stamperia 6

Date: 21 aprile – 16 maggio

orario: 10,00 – 19,00,

chiuso: 1 maggio e i lunedì

Ingresso: gratuito

Cliccando QUI trovate il Progetto della mostra.

Cliccando QUI trovate una Sintesi delle indagini a fumetti.

FIORI FINTI disegni di Maurizio Ribichini, testi di Silvano Mezzavill


L’OFFERTA disegni di Sara Colaone, testi di Silvano Mezzavilla


Rusty Dogs: sesto episodio on line

Riceviamo e pubblichiamo:


E' on line il sesto episodio di Rusty Dogs, "Rusty bay".
Ai disegni Giuliano Giunta.

http://rusty-dogs.blogspot.com/2010/04/rusty-bay.html

Rusty Dogs è una serie a fumetti composta da storie brevi crime-noir e pubblicate su un blog:
http://rusty-dogs.blogspot.com

Storie:
Emiliano Longobardi.

Disegni:
Fabiano Ambu, Antonello Becciu, Michele Benevento, Giacomo Bevilacqua, Lelio Bonaccorso, Elia Bonetti, Riccardo Burchielli, Matteo Bussola, Giancarlo Caracuzzo, Raul Cestaro, Massimo Dall’Oglio, Davide De Cubellis, Andrea Del Campo, Werther Dell’Edera, Carmine Di Giandomenico, Michele Duch, Antonio Fuso, Andrea Gadaldi, Pier Gallo, Davide Gianfelice, Gianfranco Giardina, Giuliano Giunta, Simone Guglielmini, Giuseppe Marinello, Alex Massacci, Francesco Mortarino, Guido Nieddu, Davide Pascutti, Rossano Piccioni, Giorgio Pontrelli, Paolo Raffaelli, Maurizio Ribichini, Andrea Rossetto, Armando Rossi, Lorenzo Ruggiero, Antonio Sarchione, Marco Soldi, Cristiano Spadoni, Claudio Stassi, Joachim Tilloca e Riccardo Torti.

Logo, grafica e lettering:
Mauro Mura

Editor:
Andrea Toscani

Il gruppo Facebook dedicato a Rusty Dogs è raggiungibile al seguente url:
http://www.facebook.com/emiliano.longobardi1#/group.php?gid=340864895079&ref=mf

Per info: Emiliano Longobardiemiliano.longobardi@gmail.com

Mostra "Le Fate e i Celti"- Ruggeri-Neri - Sabato 17 Aprile, Casteguelfo the Style Outlet

Riceviamo e pubblichiamo:

“Le Fate e i Celti”

di Piero Ruggeri e Filippo Neri

Sala mostre 1° piamo - Outllet di CastelGuelfo (Bo)

Inaugurazione Sabato 17 Aprile - ore 17,30


Esposizione di tavole originali tratte dalle storie pubblicate su “Pays Celtes” delle edizioni Petit a Petit (fr).

Due leggende, una sulle origini di “Cuchulainn” mitico condottiero celtico, e l’altra su “La roccia delle Fate”

che coinvolge le creature fatate del bosco con gli abitanti del vicino villaggio.

In esposizione anche una serie di tele su fate e pin-up immerse in mondi immaginari e meccanici.

in mostra dal 17 Aprile al 30 Maggio

CastelGuelfo the stile Outlet

Via del Commercio 20/a – CastelGuelfo (Bo)

Orari: Lun 14-20, Mar/Ven 10-20, Sab/Dom 10-20,30

Roberto Baldazzini - Il mio nome è Alfredo

Riceviamo e pubblichiamo:


25 aprile 2010 - Festa della Liberazione

Le amministrazioni Comunali di Sestola e Fanano, in provincia di Modena, celebrano la ricorrenza.


All'interno del programma della Festa della Liberazione, il giorno 24 aprile 2010 alle ore 11.00, in piazza del Municipio, a Fanano, presso la sala degli Scolopi (ufficio Fanano E'), si inaugura con aperitivo la mostra del disegnatore Roberto Baldazzini con le tavole del suo ultimo fumetto sulla guerra partigiana ambientato sui monti di Fanano. La mostra rimarrà aperta fino al 2 maggio.


Le quattro stagioni della Resistenza.

di Roberto Baldazzini


Il mio nome è Alfredo” narra la storia di un ragazzo, Diego, che scappa in montagna, nella zona di Fanano, per evitare l'arruolamento forzato nella Repubblica Sociale Italiana. Siamo nel novembre del 1943, quando, dopo l'8 settembre, l'Italia si trova “occupata” dagli alleati al centro - sud e dai tedeschi al nord. Questi ultimi considerano gli italiani dei traditori.

Diego, diciottenne, ha solo sentito parlare dei “ribelli” da amici, ma il suo primo obbiettivo è quello di evitare di andare sotto le armi: i bandi del novembre di quell'anno includono anche la sua leva. Non ha le idee chiare, ha paura, non ha nessuna intenzione di combattere, ma entra comunque in contatto con i”ribelli” e inizia con loro il cammino. Le difficoltà lo spaventano, la voglia di rinunciare è forte, ma gli eventi gli impediranno di cambiare strada: dovrà scegliere in fretta e assumere delle responsabilità. Di fronte alla crudeltà dei repubblichini e dei tedeschi il suo riscatto diventa inevitabile!

Contribuisce a comporre un quadro introspettivo della narrazione, oltre a quasi tutti personaggi, in particolare la figura del padre di Diego, un sottufficiale della Repubblica Sociale, che cerca, suo malgrado, di salvare il figlio da una brutta fine!


In mostra saranno esposte le 70 tavole che compongono la storia a fumetti. Il lavoro è in progress, la maggior parte sono a matita ma il testo è completo quindi è possibile leggere la storia dalla prima all'ultima pagina!


Il mio nome è Alfredo” è la prima storia dei un progetto più ampio che va sotto il titolo di “Le quattro stagioni della Resistenza”. Roberto Baldazzini vuole indagare con storie minimaliste, ambientate nella provincia di Modena, dov'è nato e vive, momenti che sono appartenuti a uno dei più importanti capitoli della storia della Repubblica italiana dell'ultimo secolo.

Per un contatto diretto con l'autore: info@baldazzini.it


Roberto Baldazzini (Vignola, 1958) pubblica la sua prima storia a fumetti, su sceneggiatura di Daniele Brolli, nel 1982 sulla rivista «Orient Express» diretta da Luigi Bernardi. Prosegue su Comic Art la sua esperienza di fumettista e insieme a Lorena Canossa crea Stella Noris. Si impone con un segno originale e le sue graphic novels vengono tradotte e pubblicate in volumi in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Sudamerica. Contemporaneamente inizia a lavorare anche per la pubblicità, per il design e come illustratore («Vanity», «Marieclaire»). Nel 1995 inizia la collaborazione con la rivista «Blue» sulle cui pagine crea Ginger&Rogers, Casa Howhard, Chiara Rosenberg (con i testi di Celestino Pes), Aura, Beba. Nel 1997 crea una importante campagna pubblicitaria per la Tim. Oggi è considerato uno dei disegnatori fetish più importanti del mondo, amato da Sottsass, da Moebius e da Nanni Balestrini, Baldazzini ha ampliato le sue esperienze artistiche dalla pittura, con diverse personali in Italia, in Francia e negli USA, alle elaborazioni digitali del segno e della fotografia.

Il suo sito ufficiale è www.baldazzini.it